PsicologiaPadova.it

LA RIVOLUZIONE DELLE NUOVE TECNOLOGIE: UN BENE O UN MALE?

Alcuni giorni fa ho partecipato ad una conferenza di C. Augias dal titolo: “Viviamo in tempi orribili o no?” L’argomento principale trattato riguardava come le nuove tecnologie hanno rivoluzionato la nostra vita, come ancora oggi la stanno cambiando e come la cambieranno in futuro. In questo articolo vorrei discutere con voi se abbiamo o meno gli strumenti per affrontare questa rivoluzione e se sì come possiamo usarli.

Secondo C. Augias (condivido il suo parere) l’avvento delle nuove tecnologie costituisce una vera propria rivoluzione, paragonabile a quella dell’invenzione della scrittura o della stampa e come tale ha ripercussioni su ogni aspetto della nostra vita. L’autore ha poi posto una domanda importante: “Noi siamo consapevoli della portata di questa rivoluzione?” In pratica siamo consapevoli dei vantaggi ma anche degli svantaggi o rischi connessi all’auso delle nuove tecnologie?

Forse ho una visione un po’ pessimista ma, basandomi sulla mia esperienza di vita e lavorativa, credo che questa consapevolezza non ce l’abbiamo!

Nel mio lavoro mi occupo molto dell’uso delle nuove tecnologie da parte di bambini e ragazzi e per questo cerco di tenermi il più possibile informata e aggiornata sull’argomento. Nonostante questo mi rendo conto di saperne molto poco e se io che me ne occupo ne so poco, chi non tratta questo argomento quante e quali informazioni può avere? Che consapevolezza quindi può avere di questo fenomeno?

Temo che in realtà la maggioranza delle persone stia semplicemente subendo questa rivoluzione senza avere gli strumenti per comprenderla e gestirla e cercando di adattarsi come può.

Ci sono sicuramente diversi motivi per cui accade questo e non sono necessariamente una colpa: per esempio non tutti sanno dove poter reperire informazioni su questo argomento e discriminare quelle attendibili da quelle che non lo sono; non tutti hanno lo stesso bagaglio di conoscenze per poter comprendere articoli, studi e ricerche su questa materia; non è facile stare al passo con la velocità di trasformazione ed estensione del fenomeno; non è possibile prevedere con certezza gli esiti di una rivoluzione ancora in corso; non tutti hanno tempo ed interesse ad occuparsi di questo argomento nonostante l’impatto che ha sulla loro vita quotidiana.

Questi sono solo alcuni dei motivi per cui credo che molte persone abbiano poca consapevolezza dell’impatto dell’era digitale sulla nostra vita. Tuttavia credo che non essere sufficientemente consapevoli comporti dei rischi. Non credo di svelare niente di nuovo se dico che l’uso delle nuove tecnologie porti con sé sia dei vantaggi ma purtroppo anche degli svantaggi. Provo a farvi qualche esempio: siamo inondati da innumerevoli informazioni nello spazio di pochi secondi ma stiamo perdendo la capacità di approfondire un argomento; abbiamo la possibilità di connetterci col mondo intero ma ci stiamo disabituando al contatto umano reale; abbiamo aumentato esponenzialmente la nostra capacità di multitasking ma a scapito della capacità di concentrarci su un unico compito……e potrei continuare ad elencare cose che stanno cambiando intorno a noi e dentro di noi!

Capite la portata di questa rivoluzione ora? Se non possediamo gli strumenti per affrontarla, almeno siamo consapevoli che c’è, che è in atto, che ci sta cambiando e come. Non facciamoci trovare del tutto inermi, impreparati. Stiamo sul pezzo, informiamoci, aggiorniamoci. Se non tutti sono in grado di farlo per i motivi che ho citato prima ci sono persone preparate ed esperte che possono aiutare ad orizzontarsi. Io mi affido a queste persone, a chi ne sa più di me e nel mio piccolo cerco di trasferire queste conoscenze a chi ne potrebbe sapere meno di me. Restiamo connessi quindi col problema e usiamo questa connessione per far passare le informazioni giuste, per aumentare la nostra consapevolezza collettiva!

A presto con un altro post e stay tuned.

2 pensieri su “LA RIVOLUZIONE DELLE NUOVE TECNOLOGIE: UN BENE O UN MALE?

  1. meubel winkels

    Su intelligenza artificiale e robotica l’opinione pubblica mondiale e divisa tra chi ne vede potenzialita e vantaggi e chi le ritiene una minaccia da cui difendersi. In un intervista al Sir Marita Carballo,  presidente della  Academia Nacional de Ciencias Morales y Politicas de l’Argentina  e della  World Association of Public Opinion and Research  (Wapor), auspica un grande investimento in formazione per scongiurare il gap tra “inclusi” ed “esclusi” e invita a chiedersi su quali valori vogliamo costruire le nostre societa per far si che lo sviluppo delle nuove tecnologie “sia davvero al servizio di ogni persona e della casa comune”. Dando una lettura semplificata, ma globale spiega -, posso affermare che circa il 70% dei cittadini del mondo ritiene che la rivoluzione tecnologica 4.0 abbia apportato e possa apportare benefici nella vita delle persone. Le maggiori attese sono in materia di salute (48%) e contrasto ai cambiamenti climatici (45%). Opinione pubblica divisa invece su occupazione e lavoro . Gli europei sembrano in media piu ottimisti , i latinoamericani piu cauti. In generale, i piu “aperti” sono gli uomini di eta inferiore ai 35 anni e in buone condizioni economiche. Quanto al rapporto intelligenza artificiale, piattaforme digitali e nuova arena socio-politica, la sociologa spiega che oggi piattaforme e social media sono una fonte chiave di informazione politica e sociale , tuttavia quasi 8 persone su 10 ricevono fake news almeno una volta al mese (76%), mentre in media il 35% ne riceve tutti i giorni. Con punte molto alte in Ungheria (65% dei cittadini), Ucraina (61%), Spagna (60%) e Albania (56%). L’Edelman Trust Barometer rivela che la fiducia in queste fonti sta diminuendo. Da uno studio del Pew reserach Center (Usa) emerge che due terzi (66%) dei link twittati sui siti di notizie piu popolari vengono postati da account automatizzati, mentre solo un terzo (34%) e pubblicato da persone . Insomma, per Carballo, su queste piattaforme digitali a gestire buona parte delle news e un piccolo esercito di robot superattivi. Sui social, disinformazione e manipolazione sono dunque in agguato, soprattutto quando trolls e hate speakers si alleano ”. Sant’Egidio. Riccardi (fondatore), “Il nostro lavoro e ricucire il mondo nel caos con la gentilezza”

  2. Robertbot

    I am lucky having found the web blog, it’s really the thing people at my job are searching for. The articles on this web page is with out a doubt appreciated and is going to help my wife and kids a couple times a week intuitive information. It shows that forum finds a large amount of info concerning the stuff I am interested in and categories of topics and info also are shown. I’m not usually searching the web very often but when my friends and I get an opportunity I am more often than not deeply studying this sort of information and others closely similar. I’ll tell others about this blog. If you know anyone that wanted major helpful services like:[url=https://sunflowerhomeoffers.com/]sell my house fast near hutchinson Kansas 67502[/url] also [url=https://www.deckerdesign.co]google ppc management in Scottsdale Arizona[/url] I like to give free information

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.